SULLA NON DUALITA’

In molti parlano oggi di non dualità, pochi sanno che non ha nulla a che fare con nichilismo, disumanizzazione e narcisismo spirituale.
Adesso ci sono pure pseudo guretti che la criticano, facendo intendere a chi non ne ha mai sentito parlare di sapere di cosa stanno parlando. La confusione impera e dopo oltre dieci anni di divulgazione di qualcosa di davvero prezioso mi sento spinta a fare una precisazione.

Non dualità significa semplicemente “non due”. E’ un messaggio di non separazione, d’amore, di profonda unità di tutte le cose. Non è una filosofia o una linea di pensiero, ma una condivisione autentica e profonda su cosa sia Realtà, una condivisione in cui la paura e la sofferenza psicologica si dissolvono perché ne scopriamo l’illusorietà. E’ un messaggio che porta a vivere dalla gioia, a scoprire la meraviglia del vivere ogni istante come se fosse l’ultimo, ad accettare e accettarsi in ogni umanissimo aspetto.

Chi ho conosciuto in questi anni che DAVVERO vive da questo ( e non lo ha solo “capito”) ha un sorriso stampato sulla faccia, ti fa sentire libero e rilassato e non ti vende nulla, neppure la non dualità. E’ relativamente facile appropriarsi di due frasi e pensare di avere la formula per non soffrire più, ma ci pensa la Vita a mostrarti quanto quello che dici sia vero o no di te.

La prossima volta che qualcuno dirà che questo messaggio è “neo advaita” o “non duale” sappia che questa riscoperta qui è accaduta prima di sapere cosa significava questa parola. Il risveglio non ha bisogno di parole, non è una teoria. E’ un messaggio vivente che parla di Vita vera, alla Vita vera.
Con amore
Shakti Caterina Maggi

1 Comment

  1. Uberto Neri ha detto:

    Sai, è vero, stà accadendo anche a me di ridere di più e di essere meno preoccupato

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.