Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 10/05/2018 - 18/11/2018
00:00

Categorie


DAL ME AL SÉ
Una nuova visione della relazione d’aiuto
Corso con Shakti Caterina Maggi e Giuseppina Carrera
Da Maggio a Novembre 2018 – 5 incontri intensivi

Per info e iscrizioni al corso: info@dalmealse.com

 

Tutto sarebbe donato a chi rinunciasse a se stesso assolutamente,
anche per un solo istante
(Meister Eckhart)

Colui che segue l’Advaita
ritiene che “conoscere” sia equivalente ad “essere”
(Eliot Deutsch)

Questo corso mette in contatto le relazioni d’aiuto con l’Advaita, una tradizione molto antica (le prime testimonianze scritte a proposito del concetto filosofico di Uno risalgono all’India del 2000 a.C.) che non ha mai cessato di essere condivisa in tante forme e diverse culture.

L’Advaita (o non-dualità come viene spesso chiamata dai contemporanei) offre un radicale cambio di prospettiva, un modo assolutamente “altro” di guardare il mondo, l’umanità, gli eventi dello spazio-tempo, le relazioni. Un modo in grado di proiettare una visione totalmente nuova dell’essere umano e del suo funzionamento: da una parte mette in crisi i presupposti delle attuali teorie psicologiche e dall’altra li riaccoglie prospettando come radice ultima della sofferenza il senso di separazione.

Le professioni che si dedicano alla cura della psiche, al sostegno esistenziale, alla cura del corpo o allo sviluppo cognitivo, sociale e culturale hanno tutte in comune il fatto di occuparsi del benessere degli esseri umani, che sia un benessere da consolidare, da riconquistare, da raggiungere o da ampliare, e si basano sulla relazione con l’altro.

Ogni professionista, a seconda della formazione e della storia personale, ha una sua visione dell’uomo che, esplicitamente o meno, lo sostiene nella sua attività: la visione del mondo che sottende all’intervento sull’altro, silenziosamente contribuisce a creare i termini della relazione io-tu e i relativi interventi di cura e sostegno.

In questo corso invitiamo i partecipanti ad aprirsi alla visione non-duale e mettere al centro della riflessione e dell’esperienza il modo in cui si considera l’ “altro”, le relazioni e la propria attitudine all’aiuto. Lo scopo è quello di condurre i partecipanti a una rivoluzionaria visione di se stessi e della vita, in cui l’assenza di separazione e la percezione diretta dell’esistenza trasportano la relazione d’aiuto in una autentica esperienza di scoperta di Sé.

Sede: Palazzolo Acreide (Siracusa)

Date:
Il primo giorno si comincia sempre alle 21, l’ultimo giorno si finisce sempre alle 16.
Incontro I – 10-13 maggio 2018 (giovedì-domenica)
Incontro II – 25-30 giugno 2018 (lunedì-sabato)
Incontro III – 14-16 settembre 2018 (venerdì-domenica)
Incontro IV – 5-7 ottobre 2018 (venerdì-domenica)
Incontro V – 16-18 novembre 2018 (venerdì-domenica)

 

Shakti Caterina Maggi. Divulgatrice, scrittrice e giornalista, condivide un messaggio di non separazione tra gli esseri viventi dal 2003 con seminari, incontri, ritiri e pubblicazioni. Il suo approccio sebbene in linea con l’antica tradizione della non-dualità ( Advaita, non due), ha una portata del tutto contemporanea invitando ognuno a vivere la sua vita quotidiana a partire da riconoscimento di quello che siamo, incarnando  la nostra comprensione e irradiandola nella nostra esistenza. Per saperne di più.

Giuseppina (Giusi) Carrera. Counsellor accreditata a livello europeo (EAC Full Member), coach e Focusing trainer (Focusing Institute New York). È docente presso il Centro Studi Terapia della Gestalt di Milano, dove si è formata, e in diversi corsi specialistici. Laureata in Filosofia e in Psicologia, ha partecipato ai programmi SAT con Claudio Naranjo e si è formata con Devapath in breathwork. Da anni integra l’approccio non duale con il lavoro di counsellor e formatrice. Per saperne di più.